Ai Ferri Corti, ecco la braceria dei fratelli Villani

articolo a cura di Enrica Buongiorno

Due fratelli sempre “Ai ferri corti”. La braceria di Carmine e Ludovico Villani, rispettivamente sommelier e chef del locale, si trova a Nocera Inferiore e offre al pubblico una proposta di tagli di carne accuratamente selezionati che cambiano ogni settimana e non solo.

“Il nome di questo locale rispecchia il rapporto che ho con mio fratello. Non siamo d’accordo su nulla tranne che sulla nostra braceria”, ha spiegato Carmine Villani, classe ’93, che dopo il diploma alberghiero frequenta l’Accademia di Macelleria con il maestro Enrico Conti. Alla passione per il mondo della carne affianca quella per l’arte del vino diventando sommelier.

Invece, Ludovico Villani (classe ’96), dopo il diploma alberghiero, inizia il suo percorso come aiuto cuoco sulle navi della Grimaldi Lines. Successivamente continua la sua formazione all’Hotel Towers di Castellammare di Stabia (NA). Sceglie poi di partire per Londra dove continua a lavorare presso diversi ristoranti e una volta tornato in Italia, lavora come pastry chef al Belmond Hotel Caruso di Ravello (SA). Terminata l’esperienza in Costiera, insieme al fratello maggiore Carmine, decide di dare vita alla braceria.

I Fratelli Villani

Ai Ferri Corti offre al pubblico solo carni di alta qualità destinate al taglio, dopo un’attenta frollatura, al fine di preservarne la tenerezza ed esaltarne il sapore, oltre ai primi piatti e qualche contorno. La vera essenza della carne alla brace e del buon cibo non è completa senza il vino giusto: la braceria dispone infatti anche di un’ottima scelta di vini locali e nazionali, selezionati per abbinarsi alla perfezione a ogni tipo di carne.

Abbiamo avuto il piacere di assaggiare, nell’ambito dell’incontro con la stampa organizzato dalla giornalista Laura Gambacorta, una delicata e ottima Tartare di scamone di scottona bavarese selezione “Ai Ferri Corti” con spuma di parmigiano, crema di pomodorini semi dry e granella di anacardi e Crocchette di stracotto di spalla di maiale cotto a bassa temperaturasu vellutata di ceci. In abbinamento: Mosaico per Procida – Campania IGT 2020. A seguire, i classici e sempre straordinari Ziti alla genovese e spuma di parmigiano (la genovese è realizzata con reale di vitello e 3 tipi di cipolle). In abbinamento: Radici Taurasi DOCG Riserva 2015 – Mastroberardino.

Il secondo piatto invece è stato caratterizzato da una tenera e gustosa Tagliata di Black Angus al tartufo con provolone del Monaco Costata di scottona bavarese selezione “Ai Ferri Corti”. In abbinamento: Sagrantino di Montefalco DOCG 2012  – Adanti . Infine un Tiramisù “a modo mio”.

Ai Ferri Corti – Braceria

Via Nicola Bruni Grimaldi, 28/30

Nocera Inferiore (Sa)

Tel. 081 0570569

www.aiferricorti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: