Arcobaleno Napoletano ed il sole risplende sul melanoma

Foto e video della conferenza stampa di Pino Attanasio e Umberto Raia
Enzo Calabrese, Anna Capasso e l’Assessore Vincenzo Santagada del Comune di Napoli
Anna Capasso

Le eccellenze artistiche, mediche, imprenditoriali, sportive della Campania. È stato presentato nel Caffè Storico Gambrinus “L’Arcobaleno Napoletano”, la 10ª edizione del premio ideato dall’attrice e cantante Anna Capasso – diretto artisticamente dal giornalista Diego Paura – che si terrà sabato 11 dicembre al teatro Sannazaro di via Chiaia a Napoli con inizio alle ore 20. La serata di gala – rigorosamente ad inviti – è organizzata, per il decimo anno consecutivo in collaborazione con la Fondazione Melanoma onlus, diretta dal professore Paolo Ascierto, oncologo e medico ricercatore dell’Istituto dei Tumori Pascale di Napoli. L’evento vanta – dall’edizione del 2017 – il patrocinio morale del Comune di Napoli. A condurre l’edizione 2021 saranno Patrizio Rispo, volto noto di “Un posto al sole”, e la stessa Anna Capasso. Non mancheranno le “incursioni” dalla sala dello storico amico del Premio, Enzo Calabrese, coadiuvato da Mario Pelliccia. Nel corso della manifestazione culturale, dedicata alla memoria di Ileana Bagnaro, scomparsa a 54 anni per un male incurabile, incentrata sulla prevenzione al cancro, saranno consegnati riconoscimenti a personaggi del mondo delle Istituzioni, della cultura, dello spettacolo, dello sport, della società civile e dell’imprenditoria che si sono maggiormente contraddistinti anche fuori dai confini regionali. Come di consueto, per rendere la serata più “frizzante”, le premiazioni saranno intervallate da momenti musicali e di comicità. Inoltre, è prevista un’asta di beneficenza “istantanea” con in palio una maglia ufficiale autografata da diversi calciatori e donata, come di consueto, dalla Ssc Napoli. La manifestazione, potrà essere seguita in diretta TV sui canali 215 Napoli Live e 271 Capri Event  del digitale terrestre per la regia di Maurizio Palumbo. Quest’anno saranno premiati: Lina Sastri, Alessandro Siani, il procuratore Federico Cafiero De Raho, Nando Paone, Imma Cerasuolo, Kremoso Caffè , Gennaro Silvestro, Mario Esposito, Lucio Mirra e tante sorprese.

Patrizio Rispo e Anna Capasso
Prof. Paolo Ascierto
L’Assessore alla salute del Comune di Napoli Vincenzo Santagada

<<Anche quest’anno abbiamo dei premiati importanti – afferma l’artista Anna Capasso-. La prevenzione e la ricerca sono le basi per salvare tante vite umane. Bisogna continuare con grande umiltà ad affiancare la Fondazione Melanoma, il Prof. Ascierto. Tutto ciò, significa sostenere la ricerca e con essa tutte le persone che hanno necessità di cure mediche per malattie purtroppo ancora non curabili. Quella di essere sempre più vicina al proprio territorio è una scelta importante>>. <<Ringrazio Anna e Diego che ogni anno ci mettono il cuore in questa iniziativa – aggiunge il Prof. Paolo Ascierto-. La ricerca è importantissima e fondamentale per sconfiggere il Melanoma. In questi dieci anni, abbiamo guarito il 50% dei pazienti con metastasi. Ma dobbiamo guardare oltre il 50% che non ce la fa. Vogliamo poter in futuro dire che tutti i pazienti guariscono. La ricerca richiede investimenti: e dalla ricerca oncologica sono venute soluzioni per combattere il Covid>>. <<Iniziativa importante e manifestazione di alto spessore. Come per altre forme di cancro, anche per il melanoma è importante una diagnosi precoce – conclude l’Assessore alla salute Vincenzo Santagada del Comune di Napoli e presidente dei farmacisti della Campania-, che permetta la completa asportazione del tumore per ridurre il più possibile il rischio che le metastasi raggiungano i linfonodi o gli organi lontani. Almeno per il momento non esistono le condizioni per prevedere un programma di screening periodico a livello nazionale su tutta la popolazione. Si ritiene più opportuno invitare le persone a tenere sotto controllo la propria pelle, imparando a riconoscere eventuali segnali che richiedano un accertamento da parte del proprio medico ed eventualmente dello specialista. Prevenire è importantissimo. Infatti, con il Comune di Napoli nei primi mesi del 2022 inizieranno i mesi della prevenzione, iniziativa rivolta a tutti i cittadini partenopei>>.

Carlo Ferrajuolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: