Ariannah presenta “Red Traffic Lights”. Intervista

Oggi vi parliamo di Ariannah, pseudonimo di Arianna D’Angelo, cantautrice abruzzese anno ’96, che ha di recente pubblicato il nuovo singolo “Red Traffic Lights” prodotto da Sandro Odoardi, ispirato al sound anni ‘80.

L’abbiamo intervistata per conoscerla meglio e scoprire i suoi prossimi progetti. Buona lettura.

Iniziamo conoscendoti meglio, come e quando è iniziata la tua passione per la musica?

Non c’è stato un momento in cui ho capito di amare la musica, credo che lei sia dentro di me da appena nata, ho sempre avuto melodie in testa e avevo

bisogno di farle uscire ed ascoltare. Da piccola qualsiasi oggetto trovavo in casa per me era uno strumento musicale da suonare. Mio padre dopo un pò di anni si accorse della mia passione per la musica e, forse, anche un pò per disperazione, mi regalò la prima chitarra.

Che ruolo gioca la musica nel tuo quotidiano?

La musica è la parte fondamentale della mia esistenza. Ogni giorno annoto sul cellulare delle frasi che mi vengono in mente per scrivere nuove canzoni. Il giorno canto davvero tanto, è l’unico momento di pace interiore e di liberazione.

Come artista, quanto è importante la ricerca e la sperimentazione di nuove sonorità?

È importantissimo ricercare e sperimentare nella musica, oggi più di sempre.

In un settore così ampio e pieno di produzioni creare qualcosa di unico può fare la differenza e senza tentare qualcosa di nuovo penso sia quasi impossibile.

Qual è l’insegnamento più importante che hai appreso fino adesso dalla musica?

Con il passare degli anni la musica mi ha insegnato tante cose. Quella più importante è di non aver paura di osare. La società ci vuole perfetti, senza errori e senza macchie, ma siamo umani e se non tentiamo, cadiamo, sbagliamo, non sapremo mai di cosa siamo capaci e chi siamo veramente.

Parlaci di “Red Traffic Lights”, il tuo nuovo singolo. Com’è nato?

“Red Traffic Lights” è una canzone prodotta da Sandro Odoardi ed ispirata al sound degli anni 80. L’ispirazione per la scrittura del testo nasce in una notte d’estate, mentre ero ferma di fronte l’ennesimo semaforo rosso. Ho subito pensato a come la vita sia simile ad una strada da percorrere in cui ci sono imprevisti ed ostacoli ad impedire di proseguire il nostro cammino.

Il messaggio che voglio trasmettere è quello di non affrontare tutto da soli ma trovare il compagno di viaggio giusto per trasformare ogni ostacolo in opportunità.

Non c’è nulla di più bello di sentirsi davvero amati, compresi e poter condividere il proprio percorso con la persona che si ama.

Cosa puoi dirci riguardo il videoclip del singolo?

Il videoclip, realizzato da StudioAdv, è un lyric video girato in una stanza buia con diverse TV anni ’80. Il testo appare su ogni schermo con effetti moderni e retrò.

I tuoi progetti futuri? Qualche anticipazione?

Progetti tanti, ma per ora posso solo anticipare che stiamo lavorando sul prossimo singolo, che per la prima volta, sarà in italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: