Aumento dei suicidi in Irpinia! Particolarmente a rischio le Forze dell’ ordine.

Testo di: Antonella Pappalardo

Risale a due giorni fa la notizia dell’ ultimo tentativo di suicidio nella città di Avellino . L’ autore un trentaquattrenne , apparentemente sereno, ha tentato di darsi la morte lanciandosi dal terzo piano del suo appartamento in città. Prontamente soccorso, il giovane versa in gravissime condizioni presso il nosocomio Moscati . L’ atto inconsulto non è, purtroppo,un caso isolato in una provincia che ha fatto registrare, nell’ ultimo anno , un vertiginoso aumento non solo di tentativi, ma di suicidi reali.
Ancor più sconcerto desta l’ aumento di questi atti inconsulti ad opera di appartenenti alle Forze dell’ ordine.
E’ stato il Libero Sindacato di Polizia a segnalare, con evidente preoccupazione il fenomeno, esprimendo sentimenti di cordoglio in seguito alla recentissima morte del Comandante della Stazione dei Carabinieri di Calitri.
Il Lisipo ha chiesto l’intervento del Ministro dell’Interno . Il militare, cinquantaduenne di origine napoletana , si è tolto la vita
sparandosi con la pistola d’ordinanza.
Il “virus suicida”,  che miete sempre più vittime nelle file delle Forze dell’Ordine, induce
a chiedersi cosa non vada. La strategia di contrasto al fenomeno suicidi nelle Forze di Polizia, attuata dai vertici ministeriali ,a giudizio del LI.SI.PO,è palesemente fallimentare. La richiesta , al momento ancora inascoltata, è quella di affiancare un pool di psicologi agli operatori della sicurezza, in modo da intervenire tempestivamente su qualsiasi situazione sospetta , prevenendo situazioni drammatiche.
Alla base di tutto vi è sempre una certa superficialità e la convinzione che tutto vada bene spesso solo per il fatto che non si registrano evidenti problematiche . Ancor più delicata la posizione di chi indossa una divisa , non fosse altro per l’ insito e non manifesto tormento interiore tra ciò che si è e chi si vorrebbe essere, tra una forza da palesare e una paura da reprimere! L’ attenzione e la guardia devono essere alte in ogni settore , ma indubbiamente ,in particolare va tutelato chi è costretto a portare un’ arma ! …Il diritto alla vita e il rispetto delle sue fragilità: questo credo sia il grido di allarme di madri, figlie,mogli e donne innamorate! … Non è una placca a difendere un cuore, non è una divisa a salvare dal pericolo! … L’ umanità è altra cosa! Tuteliamola affinché ci tuteli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: