Bambini e tumori: Dammi la tua mano, la beneficenza per l’infanzia non conosce confini!

Imagine cerca di scrutare sempre con occhio clinico tutto ciò che ci circonda, ed oggi ho pensato di poter proporre un tema molto serio e che fa male, tanto. Fa male perché legato un po’ a tutti, dal più giovane al più anziano, e che non fa sconti a nessuno, soprattutto ai bambini: parlo delle gravi patologie e il terribile orco dei tumori!

Ospite del nostro salotto oggi è Alessandro Cannolicchio, presidente dell’Associazione Il Coraggio dei Bambini e founder dell’evento Dammi la tua mano, adesso tutto pesa la metà del 17 giugno ad Aversa ( Ce ).

La vita, il dono più prezioso che ci viene donato. Un pensiero che all’apparenza può sembrare banale, elementare quasi, ma che racchiude, scrutando per bene, il vero amore, l’Immensità di Madre Natura. La nascita è una speranza per il futuro, non per tutti però. Ecco ciò che pensavo quando ho deciso di poter affrontare una tematica così complessa come quella che trattiamo oggi.

Pochi giorni fa mi sono imbattuto in un evento su Facebook che mi ha colpito profondamente, Dammi la tua mano, uno spettacolo di beneficenza ad Aversa ( Ce ) per sostenere la ricerca contro i tumori cerebrali infantili. La mia mente ha cominciato ad elaborare, ho cercato in ogni dove notizie su questa malattia e sul perché colpisce anche i bimbi: nella maggior parte dei casi i tumori infantili non dipendono dagli stili di vita ma da fattori non del tutto noti, per cui è più difficile pensare a interventi di prevenzione. La causa dei tumori cerebrali di solito è sconosciuta, ma ho letto che ad esempio dosi elevate di radiazioni e alcune patologie genetiche (per esempio la neurofibromatosi) possono esserne una causa. Non riesco a crederci, davvero! Anche perché arrivati all’età della maturità, un po’ tutti iniziano a fantasticare sul proprio futuro, sull’idea di diventare un giorno genitori, di dare vita e nuova speranza al futuro…. Una gioia particolare poi si prova quando il sogno prende man mano forma per poi diventare realtà. Sembra una favola, ma ahimè non sempre questa favola termina con un classico “… e vissero felici e contenti”…. Il mondo, che fino a qualche tempo prima era fatto di sole gioie, inizia a crollare addosso a poveri genitori quando si scopre che il proprio figlio è affetto da cosiddette gravi patologie….

Tocchiamo ora un nuovo punto: anche quest’anno l’Associazione Il Coraggio dei Bambini porterà in scena per il quarto anno, “Dammi la tua mano, adesso tutto pesa la metà”. Giunta alla sua IV edizione e nato come pranzo di beneficenza nel 2018, nel corso degli anni si è trasformata sempre più in uno spettacolo che ha visto alternarsi sul palco personaggi dello spettacolo del calibro nazionale. Sotto la sapiente direzione artistica di Tony Figo, hanno calcato nelle precedenti edizioni il palco dell’associazione, Aida Yespica, Gigi&Ros, Francesco Cicchella, Massimo Bagnato, Gabriella Labate, Dado, Mr Hyde, Gianluca Manzieri, Valentina Stella e tantissimi altri artisti.

Quella di oggi per me, conduttore di Imagine, è stata una puntata speciale, e vorrei cogliere l’occasione per poter lanciare un appello ai nostri ascoltatori: io non sono ancora genitore, spero di esserlo presto, ma non posso non provare tenerezza nei confronti di chi è più debole, di chi soffre e soprattutto dei bambini che forse non riusciranno a raggiungere l’età dell’adolescenza, a vivere la spensieratezza innocente della fanciullezza come altri coetanei… So che le mie ora saranno parole, ma spero che non siano gettate al vento. Il mio è un vero appello verso chi ci sta ascoltando e magari ci seguirà tramite i nostri social: non negate un sostegno, un aiuto ai bimbi che soffrono, partecipate in tanti allo spettacolo del 17 giugno, una piccola mano può essere un grandissimo aiuto per la ricerca!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: