Cetara un borgo di pescatori, un sogno!!

Di Antonella Pappalardo

Un gomitolo di curve si affacciano sul blu cobalto del mare costeggiando sporgenti fiancate rocciose! Nell’ ultimo tratto culminano nell’ incantevole bellezza di una torre saracena ,uno spicchio di storia incastonato nella natura che, quasi sospesa tra cielo e terra , si specchia nel mare! Alzi lo sguardo e ti ritrovi a Cetara, antica roccaforte dei Saraceni al tempo dell’ assedio di Salerno ! Un paese di pescatori , un antico borgo marinaro che ,visto dal mare, sembra ritagliato da un presepe e incastonato come una perla nell’ incanto dei colori ! È storia, cultura, tradizione, devozione,è il paese dei profumi e delle tonalità cangianti del giallo dei limoni e delle ginestre! Non vi aspettate di vivere spiagge e movida in riva alle coste cetaresi! È il paese dei semplici, degli umili , come dei ” vinti” di verghiana memoria che , però ,vincono sfidando quotidianamente le insidie del mare ! Cetara è San Pietro, con i suoi fuochi , i suoi riti,la corsa sulle scale della chiesa augurandosi che tutto vada bene ! Cetara è il saluto delle mogli in lacrime ai pescherecci che vanno ed è l’ attesa del loro ritorno , è la speranza di un lauto guadagno , è la gioia della condivisione di un pescato più abbondante! Cetara è il profumo dei fichi spaccati al sole, è il rosso dei pomodori ad essiccare sulle terrazze assolate, è l’ odore acre della ” colatura di alici” , è il rumore degli zoccoli sui sanpietrini, è la semplicità, la fierezza di chi vive in un lembo di mondo ed è fiero di esserne parte ! … E quando esci da quel gomitolo di curve per andar via , stanco della giornata trascorsa su ciottoli e fazzoletti di lido , senti che uno di quei fili lo stai portando con te , senti di doverci tornare ancora una volta e poi un’ altra ancora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: