“Corallo” è il singolo d’esordio di iosonocorallo

È in radio e in digitale il singolo d’esordio di iosonocorallo, “CORALLO” (Shakerarti), brano autobiografico e emotivo che nasce per dare voce a quella esigenza personale di far prevalere il proprio io più intimo ovvero la propria natura, fuori anche il video.

È un inno ad essere sempre se stessi anche se questo implica andare contro chi ci ha messo al mondo e che vorrebbe che l’amore fosse uno. La tematica centrale del brano è la mancata accettazione da parte dei genitori verso l’orientamento sessuale dei figli. Vi è un paradosso che viene sottolineato nel ritornello riguardo ai genitori che amano i loro figli ed insegnano loro ad amare ma, molto spesso, faticano ad approvare quelli che sono i destinatari dei loro sentimenti e, in casi più estremi, non riconoscono e non accettano l’identità sessuale dei figli che, allo stesso tempo, sono in attesa di un cenno di approvazione da parte dei genitori. La disapprovazione, comunque, non sarà abbastanza per cambiare un’identità ed un modo di essere.

Il titolo è omonimo del mio nome d’arte – afferma iosonocorallo – in quanto, la mia priorità attraverso il primo brano era quello di presentare caratteristiche della mia personalità e più in generale di alcuni aspetti della mia vita. La canzone è nata da un proficuo incontro tra Francesco Cianciola e Cristiana D’Auria e dalla volontà di voler subito fondere le nostre capacità artistiche attraverso la composizione di vari brani, il primo tra questi è ‘Corallo.”

Qui il video: https://youtu.be/8fLr5PAftP4

Il regista Enrico Acciani, ha scelto di tradurre metaforicamente il brano attraverso una partita di tennis tra padre e figlio durante i diversi step della crescita a partire dall’infanzia fino ad arrivare all’adolescenza. Nelle prime scene il bambino perde ripetutamente nel gioco fino a quando, in età più adulta, riesce a battere il padre e questo per voler rievocare quella volontà di volersi sentire all’altezza e di voler sconfiggere il padre stesso con il passare del tempo. Non a caso si è scelto il tennis, che rappresenta per eccellenza uno degli sport più meritocratici e ogni singola partita pone in evidenza la scansione del tempo. Inoltre, il regista, pur non essendo un amante del playback nei videoclip di oggi, ha ritenuto importante far interpretare all’artista il brano facendoglielo cantare in due situazioni differenti. Si tratta comunque di una storia personale che evoca delle espressioni di mimica facciale importanti che hanno migliorato le intenzioni comunicative del videoclip di cui ha curato la direzione della fotografia Francesco Ribezzo.

iosonocorallo nasce a Bari il 22 maggio del 1986. Ha studiato canto, chitarra, pianoforte ed improvvisazione jazz e sin dall’età di 21 anni ha trovato la sua vocazione all’insegnamento del canto. La sua formazione è stata particolarmente segnata dall’incontro con Loretta Martinez grazie alla quale ha intrapreso gli studi in didattica del canto moderno presso la sede VMS di Roma. Ha poi conseguito il diploma di laurea LLCM presso la West London University College of Music. Già da molti anni si dedica alla scrittura e alla composizione di brani e, successivamente, grazie all’incontro con Francesco Cianciola e Cristiana D’Auria è nata una forte collaborazione che ha permesso la nascita di un progetto discografico che vede la realizzazione di sei brani, tutti interamente dedicati a tematiche diverse tra di loro. Attualmente è anche insegnante e direttore della sede di Bari del Corso Accademico di canto pop VMS presso l’Accademia della Musica.

https://www.facebook.com/iosonocorallo/

https://www.instagram.com/iosonocorallo/?utm_medium=copy_link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: