Coronavirus, De Luca in Campania: ‘1.000 euro di multa per chi non usa mascherina’

Coronavirus in Campania: multa da 1000 a chi non ha mascherina
Coronavirus in Campania: multa da 1000 a chi non ha mascherina

Il presidente della Campania, De Luca, ha dichiarato che d’ora in poi verranno comminate multe da 1000 euro

Fino al prossimo 4 ottobre in Campania vigerà l’obbligo dell’utilizzo della mascherina su tutto il territorio regionale. Un provvedimento giunto con l’ultima ordinanza, resasi necessaria per via dell’incremento dei casi di Coronavirus nel territorio. Secondo quanto si apprende dai quotidiani Il Mattino e La Stampa, nelle scorse ore il Governatore della Campania è intervenuto tramite una diretta su Facebook per sottolineare che sarebbero state date 24 ore di tolleranza sull’uso della mascherina e che, una volta trascorse, saranno applicate multe da 1.000 euro a tutti coloro i quali non rispetteranno l’obbligo previsto.

Il presidente della regione, Vincenzo De Luca, infatti, ha spiegato che c’è la necessità di ripristinare tutti quei comportamenti responsabili tenutisi in passato, a maggior ragione con la riapertura della scuola. Tutto questo per scongiurare il più possibile delle chiusure generalizzate.

De Luca sul coronavirus: verranno applicate multe da 1.000 euro per i trasgressori

Il presidente De Luca ha voluto spiegare come in questa fase stare senza mascherina sia un lusso che nessuno può consentirsi. Secondo De Luca, infatti, le alternative sono due: o si decide di convivere col covid-19 fino all’arrivo del vaccino, che si spera possa essere disponibile entro 10 mesi circa, o si opta si per la chiusura progressiva delle attività economiche, dei vari bar e locali di ritrovo.

Nella diretta su Facebook De Luca ha poi proseguito dichiarando che se nei prossimi giorni la curva del contagio non si sarà stabilizzata e i casi non inizieranno a calare, la regione Campania potrebbe optare per misure ancora più restrittive. Se non ci saranno dati confortanti, la prima questione che verrà presa in mano sarà senza dubbio quella della movida.

Intanto riaprono gli stadi al pubblico: non più di 1.000 spettatori

Di pari passo con queste parole, però, è arrivato anche il provvedimento per la Campania che permetterà a 1.000 spettatori di prendere parte alle partite di calcio della Serie A che ha appena riaperto i battenti. I tifosi che lo vorranno, dunque, potranno assistere alle partite nei giorni 27 e 30 settembre, a patto che vengano rispettate le disposizioni vigenti, sia da parte delle società che dei vari gestori del servizio.

Gli altri obblighi per chi vorrà andare allo stadio

Più nel dettaglio, il pubblico potrà essere presente soltanto in quei settori degli stadi dove sarà possibile garantire la prenotazione e l’assegnazione dei posti a sedere, il tutto tenendo conto del distanziamento sociale di almeno un metro. Ci sarà anche l’obbligo della misurazione della temperatura prima dell’ingresso nell’impianto e ovviamente l’obbligo di utilizzare la mascherina per tutto il tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: