Festa internazionale della musica a Salerno

COMUNE DI SALERNO
SLIDE DOOR PROTAGONISTA
FESTA INTERNAZIONALE DELLA MUSICA
MARTEDI’ 21 GIUGNO ORE 16.00 SALERNO
ORE 10.00 NEW YORK

Redazione PinoAttanasio

Il progetto Slide Door Salerno/New York protagonista della Festa Internazionale della Musica.
Martedì 21 giugno a partire dalle ore 16.00 (le 10.00 a New York) si svolgerà uno straordinario concerto tra
il Quadriportico del Duomo di Salerno ed il Museo dell’Immigrazione di New York. La porta multimediale
consente un collegamento diretto tra le due sponde dell’Oceano Atlantico per rilanciare attraverso
l’arte un messaggio universale di pace, bellezza e solidarietà. Partecipano all’evento il Sindaco di
Salerno Vincenzo Napoli, l’Assessore all’Istruzione Gaetana Falcone, Rossana Apaza Slide Door World.
La partecipazione all’evento nel Quadriportico del Duomo di Salerno è libera e gratuita.

Fai musica quando canti, quando fischi, quando suoni uno strumento o quando scrivi su carta e
sul pentagramma. Martedì 21 faremo musica aprendo una porta e lasciando che straordinari musicisti,
maestri dell’anima, possano varcare la nostra SLIDEDOOR. La musica e le SLIDEDOOR ci ricorderanno
che non esiste muro abbastanza alto, abbastanza spesso in grado di fermare la bellezza.
Le note attraverseranno il mare tra Salerno e New York. E faranno lo stesso viaggio che
uomini e donne, hanno fatto nel tempo. Porteranno come allora, grandi desiderio di bellezza, di libertà, di
bene. La musica è una porta aperta. Questo appuntamento è inserito nel programma internazionale
della Festa Internazionale della Musica per il suo particolare significato artistico, sociale e civile.

Di seguito il programma delle esibizioni tra Salerno Quadriportico del Duomo e Immigration Museum New York con una breve presentazione.

10:00 NY / 16:00 Salerno
Stradeaperte group IT
Marco Balestrieri: campanelle mandolino chitarra
Luca Capuccio: violoncello elettrico
Riccardo Antonielli: Pipedrum e percussioni.

10:30 NY / 16:30 Salerno
Quartetto Fellini in Jazz IT
Stefano Giuliano,
sax
Marco De Gennaro, piano
Vincenzo Nigro,
basso
Stefano de Rosa , batteria

11:00 NY / 17:00 Salerno
Voxtet early music – William Patterson New York

11:30 NY / 17:30 Salerno
Antonio Nicola Bruno “Li canti da li cunti”
Toni Panico:
Sax
Vittorio Remino: basso elettrico
Carlo Ostuni:
chitarra synth
Giustina Gambardella: voce e percussioni

12:00 NY / 18:00 Salerno Finale

Stradeaperte è anzitutto un atto di fede verso l’inatteso e dunque la fantasia. Un progetto
musicale che unisce il talento di tre giovani rigorosi e creativi che producono musica che porta
fiducia, letteralmente per le strade delle città.
Marco Balestrieri, Luca Capuccio e Riccardo Antonielli sono un ensamble che interseca strumenti
musicali con oggetti del quotidiano, facendoli dialogare e intersecare. Il risultato è purissimo
cosmpolitismo liquido. Musica che porta nel nome della band, la loro cifra, il loro manifesto:
STRADEAPERTE, ovunque.

Il Quartetto Fellini in Jazz proporrà un affascinante repertorio ispirato alle più belle colonne
sonore firmate da Nino Rota per il grande regista italiano Federico Fellini particolarmente
amato ed apprezzato negli Stati Uniti d’America. Non mancherà anche un omaggio alla
tradizione jazz francese.

Antonio Nicola Bruno sceglie la Festa della Musica a Salerno per presentare“ Li canti di li cunti “.
Una rilettura musicale del Pentamerone di Basile, e un passaggio epocale e iniziatico per qualsiasi
artista che voglia confrontarsi con la tradizione del mondo, e non soltanto con le radici locali della
musica e dell’arte, per quanto profonde possano essere (e forse le radici del Blues sono quelle più
note e, fino ad ora, feconde).

Antonio Nicola Bruno ha scelto un approccio stilistico e tematico semplice e complesso a un
tempo, oltre che coraggioso e in controtendenza: quello che potremmo chiamare, assieme agli
antropologi brasiliani, della filologia emozionale. Le emozioni di ieri, proprio come aveva fatto
Basile ascoltando le fiabe e le cronache dei principi, degli eroi, dei contadini, dei bambini, e delle
donne di ogni età e cultura, vivono nella vita di oggi… Il ritmo del passato, e della narrazione della
sfida consegnata agli ingegnosi protagonisti del Cunto, passa direttamente agli eroi di oggi, forse
più fragili e meno resilienti della Zezzolla-Cenerentola di Basile, ma ugualmente fantasiosi e capaci
di risolvere enigmi e problemi pratici (si tratti di una figlia da non fare sposare, o di un viaggio in
fondo al mare, di un frutto fatato da riportare nelle mani della naturale destinataria o di un lavoro
impossibile da trovare oggi…).

Voxtet è l’ensemble vocale del Dipartimento di Musica della William Paterson University. Questo
gruppo a cappella esegue un repertorio che va dal Rinascimento ad oggi, e il tutto senza direttore
dell’orchestra. I direttori del programma vocale Dr. Lauren Fowler-Calisto e Dr. Christopher Herbert si
esibiscono con i loro studenti al fine di dare esperienza pratica nella leadership dell’ensemble.
Dalla sua creazione hanno partecipato ai tour della William Paterson Chamber Choir in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: