Il 24 ottobre il CPM Music Institute di Milano, la scuola di Musica fondata e presieduta da Franco Mussida, ospita l’evento di presentazione di “Millefinestre di Ritmo”, il nuovo progetto didattico di CHRISTIAN MEYER.

Il 24 ottobre il CPM Music Institute di Milano (via privata Elio Reguzzoni, 15), la scuola di Musica fondata e presieduta da Franco Mussida, ospiterà l’evento di presentazione di Millefinestre di Ritmo, il nuovo progetto didattico di CHRISTIAN MEYER che permette di migliorare e approfondire la conoscenza della batteria con il supporto di uno dei maggiori professionisti italiani.

Nel corso dell’evento,che avrà inizio alle ore 19.30, verrà presentato il volume didattico Millefinestre di Ritmo(https://www.christianmeyerdrums.com/millefinestre-ritmo), un progetto completo di partiture, video e play-along originali per conoscere i segreti di Christian Meyer, suonare con lui e cimentarsi nell’esecuzione di alcuni brani di Elio e Le Storie Tese. All’interno del volume, oltre alla sua storia personale, sono infatti presenti 13 partiture di batteria inedite di brani di Elio e le Storie Tese, 13 play-along, più di 70 video online e i 25 dischi che si devono assolutamente ascoltare se si vuole diventare un ottimo batterista.

L’incontro sarà impreziosito dalla presenza di amici musicisti e momenti live.

Ingresso gratuito su prenotazione: https://bit.ly/christian-meyer-cpm.

Per maggiori informazioni è possibile scrivere una mail a eventi@cpm.it o telefonare al numero 02 6411461.

Christian Meyer, milanese di nascita, inizia a studiare batteria all’età di 11 anni con il Maestro Lucchini. Dopo alcune esperienze nella musica dixieland, nel 1981 si trasferisce a Francoforte dove inizia le prime collaborazioni professionali con musicisti brasiliani. Al rientro in Italia, nel 1983, si dedica a diversi generi musicali, con una particolare passione per il jazz. Collabora con i maggiori artisti italiani e internazionali. Partecipa a diversi concerti e festival in Italia e all’estero, prendendo anche parte alla realizzazione di numerosi dischi.  Dal 1991 batterista del gruppo Elio e le Storie Tese, endorser ufficiale Yamaha, che per la prima volta nella sua storia dedica un rullante signature ad un batterista italiano. Vanta collaborazioni con artisti del calibro di Mina, Paolo Fresu, Steve Lukather (Toto), Nathan East, Tino Tracanna, Giorgia, Gigi Cifarelli, Enrico Rava, Gianluigi Trovesi e molti altri. Con Elio e le Storie Tese ha collaborato anche con Gianni Morandi, Ike Willis (F. Zappa), James Taylor, Lucio Dalla, Ornella Vanoni, Renzo Arbore, Santana e Sister Sledge. Tra il 1990 e il 1996 è stato docente presso il CPM Music Institute, mentre tra il 2012 e il 2018 presso l’Accademia del Suono di Milano e tra il 2012 e il 2022 presso la scuola Tedamis di Sansepolcro (Arezzo). Dal 1989 ad oggi conduce numerosi e frequentatissimi workshop in tutta Italia. Oggi i suoi progetti principali sono “Hereos – A tribute to David Bowie” con Fresu, Magoni, Petrella, Diodati e Ponticelli, “Trio Bobo” con Faso e Menconi, “Progetto Scuole” e “Christian Meyer Show” con Silvia Bolbo.

Il CPM Music Institute (riconosciuto Istituto di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica dal MUR) vanta un programma didattico ricco e articolato di corsi specializzati nella formazione strumentale, vocale e professionale curati da insegnanti professionisti (Basso, Batteria, Canto, Chitarra, Pianoforte&Tastiere, Tecnico del Suono, Composizione Pop Rock, Electronic Music Producer, SongWriting, Arpa, Fiati e ViolinoPop Rock) e propone percorsi Accademici, Pre-Accademici, Multi e Mono Stilistici, Individuali (AFAM, BAC, Diploma, Certificate, Individuali e Master). È inoltre possibile intraprendere il triennio e il biennio per conseguire il Diploma Accademico di 1° e 2° livello, titoli equivalenti ad una Laurea triennale e magistrale, riconosciute sul territorio nazionale e in tutti i Paesi Europei. 

Molti di coloro che hanno studiato al CPM lavorano oggi in orchestre prestigiose, suonano e cantano come coristi o musicisti all’interno di band di importanti artisti (da Laura Pausini ad Ermal Meta), altri hanno intrapreso carriere artistiche proprie (tra i quali Mahmood, Chiara Galiazzo, Renzo Rubino, Tananai, Assurditè, Lucrezia).

Dal 1988 si occupa anche di portare la Musica in luoghi estremi, la più recente iniziativa è CO2 “Controllare l’odio che consiste nell’installazione di speciali audioteche di sola musica strumentale divisa per stati d’animo, attive in 11 carceri italiane (Milano, Opera, Monza, Torino, Alessandria, Roma, Napoli, Venezia, Genova, Bologna, più una variante attiva al carcere minorile Beccaria di Milano). Realizza progetti musicali educativi per il sociale, come le attività educative inserite nei programmi di recupero della Comunità di San Patrignano, e per l’industria, come la progettazione di una radio di qualità per il circuito NaturaSì, per la cultura, con la partecipazione al Premio Campiello Giovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *