Il Festival Oltre la linea d’inverno al Centro Teatro Spazio di San Giorgio a Cremano

Continuano i week end sotto il segno della danza contemporanea. Fino al 19 dicembre il Festival Oltre la linea d’inverno ci accompagnerà nelle trame dell’espressione corporea, tra sperimentazioni tecniche e contaminazioni di linguaggi creativi, nei piccoli teatri di prossimità. Questa settimana, dal 12 al 14 novembre, il festival itinerante si sposta al Centro Teatro Spazio di San Giorgio a Cremano. Sul palco Akerusia danza, Itinerarte, Artgarage e la compagnia ospite Excursus/Pindoc di Roma.  E a partire da venerdì si inaugura anche la serie di workshop che si alterneranno agli spettacoli nel corso della manifestazione.

In foto. La Sposa – Itinerarte

GLI SPETTACOLI


12 novembre – ore 21.00


Centro Teatro Spazio – San Giorgio a Cremano

– Quasi cielo di Akerusia Danza èispirato a un progetto di Raffaele De Martino, con la regia di Elena D’Aguanno, coreografie e interpretazione di Sonia Di Gennaro, Sabrina D’Aguanno e Ciro Venosa. Tre personaggi all’interno di un contesto che li rimescola come in un frullatore fatto di cinema d’autore, ragtime, beat italiano e parole elettroniche compongono un ritratto romantico e irreale.
– Quadri 2021, di Excursus/Pindoc, coreografia e regia di Ricky Bonavita, analizza gli attuali sistemi relazionali e di connessione attraverso la rete e ne fa un pretesto per una esplorazione coreografica mediante simboliche lotte e avvicinamenti tra i performer. Con Ricky Bonavita e Valerio De Vita.

13 novembre – ore 21.00


– Silence Music of Life
di Artgarage è una performance di danza contemporanea e musica elettronica in cui il suono viene modificato dall’elaborazione del segnale digitale con un sistema dinamico e interattivo di suono, corpo e movimento. Gli artisti e il suono diventano parte di un processo creativo unico nell’equilibrio tra esibizione dal vivo e installazione. Coreografia di Emma Cianchi, musica di Eugenio Fabiani, con Maria Anzivino, Ginevra Cecere e Marcella Martusciello.
ALMA TADEMA di Excursus/Pindoc. Partendo da un’ottocentesca narrazione per immagini del pittore olandese Lourens Alma Tadema, corredata di suggestioni derivanti dalle atmosfere del mondo pompeiano e romano dell’antichità, il coreografo indaga in maniera speculativa sul rapporto fra pubblico e privato, fra apparenza ed essenza, fra spazio interno ed esterno. Coreografia di Ricky Bonavita, musiche originali ed editing sonoro di Francesco Ziello. Danzano: Enrica Felici, Yari Molinari, Claudia Pompili, Francesca Schipani.
                         

14 novembre – ore 19.30


– La Sposa
– micromonologhi al femminile di Itinerarte, regia di Rosario Liguoro e coreografie di Elena D’Aguanno. La performance si basa su un desiderio autentico: indossare l’abito della propria madre in una rappresentazione teatrale e tradurlo in un personaggio. Con Rossella Massari, Rosalia Cuciniello, Susanne Poole, Nunzia Russo, Maria Grazia Cavallaro, Terry Gisi, Benedetta Musella, Raffaella Savastano, Musica dal vivo di Monica Neri (organetto, lira calabrese, ciaramella e percussioni). Presenza scenica della sposa muta di Raffaella Savastano. Produzione Akerusia Danza.

IL WORKSHOP

12 e 13 novembre – ore 16.00

Laboratorio di movimento coreograficoDanzare con gli altri’, a cura di Sabrina d’Aguanno.Lo strumento del coreografo è il corpo e il suo linguaggio, attraverso il quale si possono sperimentare e scoprire nuovi contesti comunicativi, mettendo in gioco le potenzialità corporee spesso scarsamente esplorate nella quotidianità. Obiettivi del lavoro coreografico saranno: la comunicazione, la consapevolezza, l’emotività. La partecipazione al workshop è gratuita.

Costo del biglietto: 10 euro
Info e prenotazioni: Rosario Liguoro – itinerarte@virgilio.it – cell. 366 871 1689

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: