Intervista ad Ami: “Vi presento il mio nuovo singolo”.

Il secondo singolo di Ami, “Rompere il silenzio” (Lead Records/distribuzione Pirames International) arriva come sequel perfetto del suo singolo d’esordio “La maschera” (Novembre 2021). Un brano che l’artista romana dedica a se stessa perché “Non esiste momento migliore della musica da potermi dedicare”.Un brano realizzato con la stessa squadra del primo, con il produttore Mario Zannini Quirini (Lead Records) e l’autrice Paola Angeli che hanno saputo interpretare lo stato d’animo di Ami e il messaggio che l’artista voleva trasmettere al pubblico.

Ecco la nostra intervista.

Iniziamo conoscendoti meglio: come e quando è iniziata la tua passione per la musica?
Sono sempre stata sostenuta dai miei genitori, infatti da piccola mi iscrissero ad un noto coro di roma. Crescendo lasciai i miei studi, ma li ripresi nel 2016. Iniziai a prendere lezioni individuali dal mio attuale insegnante, Giuseppe Nicodemo.

Parlaci del tuo nuovo singolo. Com’è nato il testo? Qual è la sua storia?
“Rompere il silenzio” nasce dal bisogno reale di rompere il silenzio. Sono riuscita a collegare due brani con un semplice filo logico: dopo aver tolto “La maschera” (il singolo precedente, ndr.), grazie al sostegno di questo amore che ti accetta così come sei, passi alla fase successiva; ovvero, accetti finalmente questa persona e inizi a raccontarti, a raccontare la tua storia.

Cosa puoi dirci riguardo il videoclip del singolo?
Il regista è Saverio Pizzichemi (Savana Movies). Abbiamo voluto ricreare un’ambientazione suggestiva utilizzando la figura del mare; proprio come cita il mio brano: “sono seduta con le mie parole, qui sulla riva a guardare il mare”. Per questo motivo abbiamo preso uno studio completamente vuoto per poi proiettare su di me e sui due ballerini (Amedeo Monzo e Paolo Spalice) delle immagini di onde, abbiamo inoltre utilizzato la tecnica del bodypainting sui ragazzi per poter essere loro stessi le onde che mi accompagnano in una danza. Nel video è presente la corografia di Michele Lanzeroti eseguita da me, amedeo e paolo. Per coronare il tutto abbiamo poi voluto usufruire di quello che la natura ci offre, infatti abbiamo girato alcune scene in riva al mare ad Anzio.

Quali emozioni provi quando canti?
Mi sento leggera, non ho pensieri. C’è solo quel momento. È non c’è momento migliore da dedicare a me stessa.

I tuoi progetti futuri? Qualche anticipazione?
I progetti sono molteplici, spero però di uscire presto con qualcosa di nuovo e poi racchiudere tutto in un album.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: