Intervista ai Freak Show

Tornano sulle pagine di I Love Magazine i Freak Show, band formata da Max “Wonder” Pari (basso), Rossana Pedullà (voce), Eros Lolli (drum), Andrea Lodi (keybs) e Mattia Pirone (guitar), che presentano il nuovo singolo “Misty Soul”, brano che descrive il desiderio di vivere il momento senza troppi pensieri.

Ciao Freak Show, bentornati sulle pagine di I Love Magazine. Il 26 agosto 2022 è uscito “Misty Soul”, il vostro nuovo singolo. Come è nato?

Ciao, Misty Soul è nata in sala prove. È stato un travaglio molto breve. Tra un pezzo e l’altro, stavamo improvvisando e sono spuntati gli accordi del ritornello. Sembrava girassero bene, li abbiamo portati a casa e ci abbiamo lavorato su… per due anni. Eh già, solo il travaglio è stato breve!

Come è nata la collaborazione con Luca Impellizzeri e Daniela Galli “Dhany”?

A Bologna, musicalmente parlando, ci si conosce un po’ tutti. C’è al massimo un grado di separazione con quelli che non conosci personalmente. Con Luca abbiamo già collaborato diverse volte, soprattutto nei live; con Dhany, invece, è la prima volta ma c’è subito stato grande feeling.

Cosa potete dirci riguardo il videoclip del singolo?

L’idea del video è farina del sacco del regista, Dario Tomei. Ascoltando il pezzo e ciò di cui parla, si è immaginato una casa che contenesse i musicisti, un metaforico invito a venirci a trovare, a conoscerci, noi e la nostra musica. Anche il fatto che siamo vestiti di bianco credo non sia casuale, immagino alluda al “soul”.

Avreste voluto esibirvi in un’altra epoca o siete felici di poterlo fare al giorno d’oggi?

La prima che hai detto, se parliamo di esibizione live. I concerti, apparentemente, stanno diventando sempre meno attrattivi. C’è meno gente interessata alla musica live, soprattutto quella originale. Non è un piagnisteo, sia chiaro; è solo una fotografia di ciò che sta accadendo.

I vostri prossimi impegni? Qualche anticipazione per i nostri lettori?

Collegandoci alla risposta precedente, e siccome siamo cocciuti, andremo controcorrente e cercheremo di incrementare le occasioni di suonare su un palco. Cari lettori, sostenete gli artisti, tutti, e soprattutto quelli che propongono lavori originali, partecipando a concerti e, in generale, ad ogni attività artistica che vi interessa. Starete bene voi, saranno felici gli artisti e, a fine serata, sarete più ricchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: