Miele Amaro a L’Aquila in occasione de Il Jazz italiano per le terre del sisma 2022

Il 4 settembre alle 17.00 Guido Coraddu sarà a L’Aquila all’interno delle iniziative de Il Jazz italiano per le terre del sisma 2022 in una performance multimediale fra musica e immagini con Paolo Soriani, un incontro fra due progetti entrambi nati nel ritmo sospeso del lockdown: da una parte il suono antico e contemporaneo di Miele amaro, l’omaggio del pianoforte di Coraddu alla musica jazz degli autori della sua isola, la Sardegna, nel momento in cui riflettono sulla loro identità; e Interiors di Paolo Soriani, una raccolta di foto ritraenti paesaggi ed emozioni, spazi chiusi e spazi aperti, specchi dell’anima, per rompere i confini e mostrare come qualsiasi limite ci chiude se non sappiamo guardare, innanzitutto, dentro di noi. Fra i brani dell’album Coraddu eseguirà per questa occasione Cannonau di Marino Derosas, Contami unu Contu di Enzo Favata – Marcello Peghin e Pensamentos, suo brano originale. Tutte opere che presentano un chiaro rimando alla musica tradizionale sarda, una musica che è espressione di una società agropastorale rappresentata nel paesaggio interiore descritto da Paolo nelle proprie immagini. Fotografie che accompagneranno Guido nei brani di Marcello Melis, Sa Bruxia Narat, e di Riccardo Lay, Launeddas.

Ricordiamo che la manifestazione è nata nel 2015 per supportare le terre colpite dal terribile terremoto del 2009. Evento che quest’anno andrà in scena il 3 e il 4 settembre e sarà dedicato a Pier Paolo Pasolini e Charles Mingus, dei quali si celebrano i 100 anni dalla nascita. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: