Natale, arriva la Pandorata di “Zio Rocco”

articolo a cura di Enrica Buongiorno

Sulle tavole del Natale 2023 troveremo un nuovo grande lievitato: la Pandorata. L’idea è del pastry chef Rocco Cannavino, in arte “Zio Rocco”, che ha realizzato un impasto ibrido tra la semplicità e sofficità di una brioche pandoro e l’intensa consistenza e profumazione di un panettone.

«Ho scelto di impastarla completamente a mano per conferirgli a pieno la mia filosofia e pensiero di grande lievitato, ecco perché ne saranno solo 100 pezzi disponibili in serie limitata», spiega Rocco.

Un prodotto il più naturale possibile realizzato con burro di latteria, bacche di vaniglia Bourbon, uova fresche e buccia di agrumi grattugiata (limone e arancia). Il tutto all’interno di una scatola in legno rivestita di velluto, fatta a mano da un artigiano falegname locale, dove troveremo anche due sac a poche con crema al pistacchio e crema a latte di bufala «in modo da farcire ogni singola fetta della Pandorata con la combo più amata di sempre quella bufala e pistacchio».

Il prodotto può essere già ordinato, salvo poi essere ritirato dal 19 al 23 dicembre. Questo perché verrà impastato soltanto tre giorni prima della consegna: «più fresco di così non lo troverete da nessuna parte», sottolinea Cannavino.

La Pandorata nasce dopo 4 anni di lavoro, anche sulla spinta delle tante richieste che arrivavano ai suoi Lab Store di Napoli e Pomigliano d’Arco. «Avendo il laboratorio sempre impegnato con i cornetti, abbiamo studiato un prodotto che una volta sfornato non va capovolto, ma soltanto lasciato raffreddare.

Infine, “Zio Rocco” consiglia una chicca a chi lo acquisterà. «Una mezz’oretta prima di consumarlo, invito a metterlo vicino ad un termosifone o una stufa, per portarlo ad una temperatura tiepida in modo da far sciogliere i grassi all’interno del burro di latteria e inebriare gli aromi, così da vivere una esperienza di gusto unica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: