Netflix domina gli Emmy con 160 candidature

NEW YORK – In una gara dominata da Netflix con un totale 160 nomination, Apple Tv e Disney+ hanno ricevuto le prime candidature agli Emmy rispettivamente per le serie “Morning Show” e – la grande sorpresa di oggi – “The Mandalorian”. L’annuncio e’ arrivato oggi sul sito dei premi che rappresentano l’equivalente degli Oscar per la Tv. Erano in gara per la 72esima edizione dei premi oltre 500 produzioni realizzate tra giugno 2019 e lo scorso maggio, finite dunque prima dello scoppio della pandemia.

Ma non c’e’ stata soltanto la sfida sanitaria del coronavirus, che ha tenuto in lockdown e davanti al piccolo schermo miliardi di persone, a far da cornice agli Emmy 2020: “Questa edizione arriva all’insegna delle proteste per una maggiore giustizia sociale” ha proclamato il Ceo della Television Academy, Frank Sherma, prima di passare la parola a Leslie Jones di SNL e agli presentatori dei premi Laverne Cox, Josh Gad e Tatiana Maslany. Strappando il primato a Hbo, che l’aveva mantenuto 19 volte su venti in passato, e che stavolta e’ arrivato secondo con 107 candidature, Netflix si e’ rivelato mattatore della nuova edizione degli Emmy conquistando piazzamenti in dieci delle undici categorie e dimostrando la potenza delle piattaforme in streaming. Con il sipario calato sui grandi favoriti delle passate edizioni come “Trono di Spade”, “Veep” e Fleabag”, show come “Insecure” e “Schitt’s Creek” hanno ricevuto multiple candidature, ma e’ stato “Watchmen” di HBO con Regina King che ha stabilito il record dell’edizione 2020 con 26 nomination, seguito dalle venti di “The Marvelous Mrs. Maisel”, “Ozark” e “Succession” (18 alla pari) e le 15 di “The Mandalorian”.

Tra le “prime volte”, l’irriverente show di Hulu “Ramy” con Ramy Youssef ha conquistato la prima nomination a un Emmy per una sitcom musulmano-americana. Tanti grandi ritorni, tra cui le favorite della vigilia Olivia Coleman per “Crown”, le due rivali di “Killing Eve”, Sandra Oh e Jodie Comer, e Rachel Brosnahan di “Mrs. Meisel” di Amazon. Candidata anche Cate Blanchett per la parte della ultra conservatrice Phillys Schlafly in “Mrs. America”. Tra gli show in lizza – i vincitori saranno annunciati da Jimmy Kimmel sulla Abc) il 20 settembre – ci sono anche le miniserie “Umbelievable” e “Unorthodox”, la cui protagonista Shina Haas e’ candidata come attrice in una serie limitata, e “Handmaid’s Tale” per la terza stagione della saga distopica tratta dal romanzo di Margaret Atwood che peraltro aveva lasciato tiepida la critica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: