SABRE, l’aereo ipersonico collega da Londra a New York in un’ora.

SABRE, l’aereo ipersonico andrà da Londra a New York in un’ora

SABRE

L’Agenzia Spaziale inglese ha svelato i suoi piani per una sorta di “spazioplano” capace di volare a velocità pazzesca, un aereo del futuro che potrebbe attraversare i cieli entro il 2030.

SABRE

Tutto merito di un nuovo aereo supersonico che fa uso di un super motore, il SABRE (Synergetic Air-Breathing Rocket Engine), attualmente sviluppato dagli scienziati di Reaction Engines. Grazie all’idrogeno come combustibile ed un misto d’aria ed ossigeno come comburente, SABRE è in grado di portare un aeroplano alla velocità di Mach 5.4 (6.300 km orari) per voli commerciali. È quasi il quintuplo della velocità del suono, e lo renderebbe il jet più veloce al mondo. Ne abbiamo visti di aerei del futuro, ma questo li batte tutti.

Il CEO dell’Agenzia Spaziale inglese Graham Turnock ha annunciato che lo UK dovrebbe collaborare più strettamente con l’Australia al primo “ponte spaziale” del mondo. Un accordo per inviare aerei supersonici che trasportino passeggeri da un continente all’altro in sole 4 ore, e sulla specifica tratta Londra-New York nel tempo record di 60 minuti. Con qualsiasi tempo sotto le 7 ore sabre sarebbe l’aereo più veloce del mondo. Non oso pensare alla tratta Londra Italia.

E non è tutto: in assetto di volo suborbitale è un aereo superveloce: Mach 25, l’equivalente di 30.500 km orari.SABRE in modalità volo suborbitale

Non solo: il sistema di propulsione e il taglio dei tempi di volo rendono l’aereo sabre anche più economico ed ecologico dei voli attuali.

Bollenti spiriti

Una delle maggiori sfide del volo ipersonico è quella di assicurare al sistema la capacità di gestire un super calore: una temperatura che a quella velocità può fondere il motore in poco tempo.

SABRE raffredda l’aria con sottili tubi di elio gelido, e utilizza il calore catturato per alimentare il motore.

“Il nostro dispositivo di raffreddamento cattura l’aria che circonda il velivolo e arriva a 1000 gradi centigradi, e la raffredda fino a zero gradi in un ventesimo di secondo,” dice Shaun Driscoll di Reaction Engines.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: