“Agri Fogli” di Rita Nappi (le realtà che nascondiamo)

A cura di Ciro Tumolillo

Agri Fogli di Rita Nappi (le realtà che nascondiamo)

Si chiama Agri Fogli l’ultimo lavoro della poetessa scrittrice Rita Nappi un libro di poesie dal gusto dolce e amaro (amarissimo) su tematiche che tendiamo normalmente a nascondere. Storie d’amore corrisposte eppure dilaniate da paure ancestrali che difficilmente vengono alla luce, storie di violenza domestica, di abusi su minori, di tradimenti interpersonali, di cattiverie ricevute da amici e parenti, di alzate di spalle di menefreghismo e solitudine nell’affrontare la diversità (che poi dovrebbe essere la normalità) dell’amore tra due persone dello stesso sesso, da vivere di nascosto perché la cultura religiosa  ci porta ad un bigottismo esasperante, pesante da reggere e da condividere.

La scrittrice Rita Nappi

Nelle poesie di Rita emerge un inno alla vita, da vivere intensamente finché ce n’è, perché non siamo eterni e non possiamo ipotecare il tempo che ci resta per realizzare quello in cui crediamo. La Nappi tocca tutti gli argomenti compresi il classismo e il razzismo avendo vissuto al nord per lavoro e successivamente a Nizza (il periodo più felice) sottolineando l’astio compulsivo intriso di cattiveria degli stessi meridionali cresciuti nella Padania, quasi a vendicarsi del caldo maestoso sud che li ha costretti ad emigrare. Sono innumerevoli i premi che questa scrittrice ha collezionato, una forza d’animo senza paragoni, una lotta per la vita (la sua) senza sosta che la vede vincente per determinazione e testardaggine. Personaggio affascinante e tosto Rita Nappi carattere tipico dell’ariete mai domo, che ama circondarsi di persone concrete e a disfarsi subito di soprammobili inutili e sovrastrutture nauseabonde. Rita Nappi è un personaggio vero, genuino, diretto, senza fronzoli, ama il calcio (Napoli) e le persone vere. Non chiede aiuto se non a sé stessa e va avanti nonostante certa stanchezza che talvolta ha il sopravvento. Lei è così, ed è per questo che conoscendola non puoi fare a meno di volerle bene e di leggere nella sua anima attraverso la sua scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *