Igor Mulas ci racconta “Geloso Remix”

“Geloso Remix” è un brano autobiografico, scritto in un momento di profondo disagio sentimentale, giocando sulla visione, qui estremizzata, di chi è preda di questo sentimento! Geloso è uno specchio che riflette un mondo interiore perché se ne abbia coscienza e lo si possa poi superare!

Iniziamo conoscendoti meglio, come e quando è iniziata la tua passione per la musica?
Sono nato con questa grande passione. Ricordo che da bambino non potevo fare a meno di comporre e cantare. Ho iniziato a produrre i miei primi demo, su cassetta, a sei anni, tastierina e voce! con l’aiuto di mio padre preparavo le buste, quelle plastificate all’interno per meglio proteggerne il contenuto, da inviare alle varie etichette discografiche. Pensa che a cinque, sei anni, la sera in camera e anziché dormire, mettevo gli aurecolari collegati alla pianola e lavoravo alle mie canzoni!

Parlaci del tuo nuovo singolo. Com’è nato il testo? Qual è la sua storia?
Geloso nasce nel bel mezzo di una storia sentimentale non proprio meravigliosa! All’improvviso mi sono ritrovato vittima di insicurezze che non sapevo neanche di avere e che non mi permettevano di vivere la relazione in modo sano. Mi osservavo dall’esterno e capivo che questo sentimento di gelosia, questa smania di controllo nulla aveva a che fare con l’amore! Qundi, di getto, è arrivata Geloso, la rappresentazione esasperata di ciò che stavo vivendo. Geloso in modo giocoso, ironico e scanzonato mi ha mostrato lo schema nel quale ero bloccato. Mi ha fatto prendere coscienza del fatto che una relazione sana va alimentata con rispetto, fiducia, entusiasmo nella condivisione e non certo con la gelosia, per lo meno non quella esasperata!

Cosa puoi dirci riguardo il videoclip del singolo?
Il video di Geloso rappresenta una possibile via di salvezza dalla gelosia stessa! Nel clip preparo la videocamera e riprendo me stesso mentre confesso questa grande gelosia. Preparo il dvd confessione e poi vago per la citta, siamo a Roma, in cerca della mia amata per la consegna. La trovo, le do il dvd e con l’abbraccio finale voglio essere ottimista come sempre e credere che, con una buona comunicazione, ogni problema possa essere risolto o per lo meno ridimensionato.

Quali emozioni provi quando canti?
È difficile da spiegare a parole. È, diciamo, una sorta di processo alchemico, sia nella fase di canto che in quella di composizione. È come entrare in una dimensione parallela dove sensazioni come la gioia, la gratitudine, la consapevolezza di noi stessi vengono ampliate e tutto lo schema energetico nel quale siamo immersi è più chiaro. Quando canto mi sento connesso al tutto e a tutti. Sai quando aumenti l’intensità della luce di una lampada? La cosa bella e che quando canto dal vivo, questa luce arriva al pubblico.

I tuoi progetti futuri? Qualche anticipazione?
Sto preparando il nuovo album, ma nei prossimi mesi voglio presentarvi alcuni brani, pubblicati di recente, che rappresentano fortemente il mio mondo come uomo e come artista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *