Il caffè più economico d’Italia? Lo vende un bar siciliano a 0,30 cent.

Attivo dal 1960 ad Alia, in provincia di Palermo, Perrone è ufficialmente il bar più economico d’Italia. La nipote del titolare: «Mio nonno ha sempre fatto così, nel 1960 lo vendevamo a 20 lire». E a Messina…

PALERMO. Il bar con il caffè più economico d’Italia si trova in provincia di Palermo, ad Alia. Il bar Perrone infatti, aperto dal 1960 nel paesino di poco più di 3mila abitanti, l’espresso in tazzina costa 0,30 centesimi, un macchiato 0,40, mentre il caffè freddo 0,60 centesimi.

Il bar, ancora con un arredamento stile anni ’60 e a conduzione familiare è arrivato alla terza generazione: «Mio nonno – ha raccontato la nipote del proprietario del bar al Corriere della Sera- ha sempre adottato questa politica: caffè economicissimo per attirare i clienti.

Nel 1960 lo vendevamo a 20 lire, che nei decenni sono diventate 300. Nel momento del passaggio all’Euro il cambio avrebbe portato a 17 centesimi, arrotondammo a 20. E così fino al 2020. Poi l’asporto in pandemia ci ha costretto ad aumentare di un poco i prezzi, ché tra palette, bicchierini e bustine di zucchero era davvero difficile stare nei costi». Non arriva a trenta centesimi, ma ci si avvicina, a Messina,  quello del Bar Torino, sul Corso Cavour, che storicamente e stoicamente vende l’espresso a 0,50 centesimi da diversi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *