Susanna Ferrara ci racconta il nuovo singolo “Anni luce da qui”

Oggi incontriamo Susanna Ferrara, giovane artista siciliana classe ’97. “Anni luce da qui” è il suo nuovo singolo che racconta il dolore e la frustrazione di una relazione che si è deteriorata e di due persone che ormai sono disconnesse l’una dall’altra. 

Scopriamo qualcosa di più su di lei, sul brano e sul suo progetto.

Iniziamo conoscendoti meglio, come e quando è iniziata la tua passione per la musica?

La mia passione per la musica è iniziata quando ero piccola. In particolare, è stata mia mamma, da sempre appassionata di canto e musica, a trasmettere a me e a mia sorella l’amore per la musica. Le mie prime esibizioni risalgono a quando avevo due anni e cantavo nelle recite scolastiche e in quelle organizzate dalla parrocchia del mio paese.

Parlaci del tuo nuovo singolo. Com’è nato il testo? Qual è la sua storia?

Il mio nuovo singolo “Anni luce da qui”, scritto da Marco Canigiula, pone l’attenzione sulla difficoltà di far fronte alla fine di una relazione e sulla sfida di cercare di capire e accettare le scelte altrui. Viva nel testo anche la sensazione di smarrimento e la mancanza di speranza che spesso accompagna la fine di una storia d’amore. Infatti, il brano racconta il dolore e la frustrazione di una relazione che si è deteriorata e di due persone che sono ormai disconnesse l’una dall’altra e descrive la sensazione di sentirsi persi e bloccati da mura insormontabili, senza riuscire a trovare una via d’uscita o una soluzione al proprio dolore.

Cosa puoi dirci riguardo il videoclip del singolo?

Il videoclip del mio brano, il cui regista è Marzio Golino, è stato girato in parte sullo stretto di Messina e questa scelta non è stata causale. Infatti, lo stretto è un luogo di arrivi e di partenze, di abbracci e di addii, di incontri e di distacchi. Ad accompagnare il tutto è l’inarrestabile movimento del mare, in cui le due correnti si incontrano e allo ste3sso modo si allontanano in direzione opposta, e l’alternarsi della luce del giorno e della sera.

Quali emozioni provi quando canti?

Quando canto sono me stessa senza filtri. In generale sono una persona abbastanza timida e mi imbarazzo facilmente, eppure, nonostante questo, non ho mai avuto paura di salire su un palco a cantare di fronte ad un pubblico. Il canto mi ha accompagnato in tutti i momenti belli ma anche brutti della mia vita. È la mia valvola di sfogo.

I tuoi progetti futuri? Qualche anticipazione?

Spero che ci saranno belle novità in futuro. Seguitemi, anche sulle mie pagine social, per rimanere aggiornati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *