Alessandra Clemente: Riapriamo il Cimitero delle Fontanelle a Napoli

Alessandra Clemente

Alessandra Clemente, membro della Commissione Cultura Comune di Napoli

Come membro della #commissionecultura stiamo denunciando e chiedendo di affrontare la questione sin dalla prima commissione.

Il Cimitero delle Fontanelle riveste un ruolo speciale nella storia della nostra città, perché da quel luogo si estraevano le pietre di tufo per le costruzioni degli edifici, pertanto le origini della forma fisica di Napoli provengono anche da quell’immensa cava.

Quei resti di milioni di morti posti in quello che oggi è denominato ossario, sono la testimonianza di stragi dovute alle epidemie, del successivo rinnovamento urbanistico che comportò il trasferimento delle sepolture dalla cinta urbana verso le fosse comuni: tomba senza nome per chi, anche dopo la morte, essendo un poveraccio, non meritava di essere ricordato.

Per molti decenni il Cimitero delle Fontanelle è stato meta di pellegrinaggio, in modo particolare verso la fine dell’Ottocento e fino a metà Novecento. Per la gente di ogni ceto, proveniente da ogni parte della città, onorare questi defunti sconosciuti era sentito come un dovere.

L’aver poi proibito, negli anni Sessanta, l’accesso al Cimitero perché considerato culto sacrilego, ha determinato una totale incuria della struttura a tal punto da dichiarare il luogo inagibile.

In questi ultimi tempi c’è stato un susseguirsi di aperture e chiusure.

Oggi, da più di un anno, l’Ossario è nuovamente inagibile.

Numerosi sono i turisti che si presentano in loco per poterlo visitare e trovano il cancello chiuso e nessuno sa quando riaprirà.

Dispiace vedere sbarrate le porte di accesso di un sito che, in questi ultimi anni ,aveva vissuto una rinascita a seguito di un progetto realizzato nel 2012 dall’Istituto Tecnico Professionale Francesco Caracciolo, con il patrocinio del Comune di Napoli, che dette l’opportunità agli alunni dell’indirizzo Turistico di lavorare in qualità di guide all’interno dell’Ossario, trasmettendo una conoscenza qualificata agli studenti degli istituti superiori della nostra città e provincia, alle associazioni culturali e a gruppi di turisti.

In tal modo gli allievi dell’Istituto Caracciolo riportarono in auge questo luogo mettendolo a disposizione di gran parte dei cittadini campani e successivamente anche stranieri, grazie alla collaborazione dell’Assessorato all’Istruzione che invitò in visita gruppi di docenti partecipanti al progetto “Comenius”.

Dopo questa lunga e produttiva collaborazione tra istituzione scolastica, Municipalità e Comune di Napoli che aveva come obiettivo la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del quartiere Sanità, tutto è naufragato in un nulla di fatto per i giovani studenti i quali, conseguito il diploma, speravano di poter proseguire l’attività di guide turistiche per conto del Comune di Napoli.

Un gruppo di ex alunne dell’indirizzo Turistico dell’Istituto Caracciolo, direttamente coinvolte come studentesse nella valorizzazione dell’ossario delle fontanelle, chiedono tempestivi interventi di messa in sicurezza del Cimitero, compromesso da infiltrazioni d’acqua che l’hanno reso inagibile; inoltre propongono che sia affidata loro l’organizzazione delle visite all’interno dell’Ossario in quanto, come noto, posseggono i requisiti e i titoli professionali per svolgere l’attività di guide.

Ritengono, inoltre, che possa essere estesa la partecipazione anche ad altri giovani in possesso dei medesimi titoli richiesti per lo svolgimento di questa professione

Se si creeranno sinergie tra le varie forze politiche, sociali e culturali operanti nella città, si potrà dare l’opportunità a molti giovani di lavorare.

E’indubbio che la riapertura al pubblico del Cimitero delle Fontanelle rappresenterà una risorsa effettiva per il quartiere Sanità in termini culturali, economici e sociali.

Con questo spirito ci invitano a partecipare il 14 febbraio 2022 alle ore 11 ad un momento di sensibilizzazione promosso dal comitato nello slargo antistante l’ingresso del cimitero delle fontanelle.
Comitato Guide Turistiche del Cimitero delle Fontanelle è composto da

Mariagrazia De Angelis 28 anni,

Lucia Visone Perez 28 anni,

Morena Lollo 27 anni,

Luisa Scarpati 27 anni,

Wanda Rachiglia 24 anni

Associazione “ I giovani del quartiere per il quartiere” • Napoli 20 | 30

costruiAMOilfururo #consigliocomunale #farenapoli #donne #cultura #lavoro #quartieresanità #inclusione #sviluppo

Cimitero delle Fontanelle – Napoli 20 30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: