Farinati, viaggio gastronomico attraverso i secoli

di Enrica Buongiorno

Un locale di lusso per i gourmand o per gli appassionati del food experience, ma anche per chi desidera pranzare o cenare con gusto e assaporare la tradizione della tavola partenopea. Farinati è il nuovo ristorante aperto a Casavatore (via Bracco 17) dagli imprenditori Gennaro Del Buono, Giovanni Pianelli e Renato Ruggiero, appassionati di cibo e design.

Un locale ampio, con arredi di gusto e colori definiti, per un’esperienza a tutto tondo tra cibo e bellezza. Nel menù degustato, dai fritti del Monsù alla pizza Storica, si viaggia “gastronomicamente” dal ‘600 al ‘900 come spiegano gli imprenditori di Farinati: “Si tratta di un suggestivo e gustoso tuffo nel passato. La squadra è andata in bliblioteca, è risalita a importanti fonti storiche, per scoprire come gli antichi mangiassero la pizza, per poi riproporla ai giorni nostri in chiave contemporanea. Il tutto accompagnato dai fritti rivisitati del monsù, preparati da Ruggiero con le ricette di Antonio Dubelli, ultimo cuoco dei Borbone”.

Il nostro viaggio gastronomico è cominciato infatti con i fritti del Monsù. Dalla crocchetta di pollo con salsa ai porcini all’Uovo alla monachina con tuorlo d’uovo scomposto è una salsa con besciamella e Formaggi, dalla Frittatina alla finanziera con una salsa di fondo Bruno e porcini alla Palla di riso allo zafferano con una bolognese rossa all’interno, i fritti sono gustosi e asciutti, senza dimenticare le fantastiche frittatine: classica con bolognese bianca, besciamella, formaggio e provola; alla carbonara con Carbocrema, Guanciale croccante, besciamella e provola; alla Nerano con Crema di zucchine, chips di zucchine, fonduta di provolone del Monaco e provola.

Tra le pizze assaggiate, la speciale Farinatimood con Mozzarella di Bufala Campana Do, Confettura di Crisommole del Vesuvio, Guanciale stagionato marmo, Rucola liquida, Provolone del Monaco Dop della Penisola Sorrentina, Basilico; la gustosa Napoletana con Pomodoro San Marzano, origano, Acciughe, olive nere, pomodorini e basilico; Come se fossi parmigiana, una specialità con Crema di melanzane Arrosto, Stracciata di Bufala, chips di melanzane dorate e fritte, Ragù napoletano e Salsa al Basilico.

Pizza di punta del locale poi, è sicuramente la notevole Storica che riunisce nel gusto quattro secoli di sapori: il ‘600 che s’ispira alla pizza che mangiavano i marinai, con sugna, pecorino, aglio, origano e con l’aggiunta di una licenza moderna del pizzaiolo, come il pomodoro infornato. Il ‘700, con un omaggio a Gioacchino Murat, che amava la pizza con “cicinielli”, sugna, aglio, origano e anche qui con l’aggiunta del pizzaiolo di pomodorini gialli. L’800 porta la pizza del popolo: una marinara all’ombra, infine il ‘900 che porta il gusto della borghesia ovvero la classica pizza margherita. 

All’opera per creare la pizza “4 gusti”, un team di esperti pizzaioli coadiuvati da Renato Ruggiero, che dopo studi approfonditi ha sfornato il piatto della storicità.

I dessert sono fatti tutti in casa e abbiamo assaggiato un’ottima ricotta zuccherata.

E’ bene ricordare che la supervisione del progetto Farinati è stata affidata a Paolo Santorelli, esperto di startup, consulente e founder della Ristoratore 2.0. Il concept è stato curato dall’architetto napoletano Mario Sorrentino.

Farinati 

aperto dal lunedì alla domenica a pranzo e a cena 

Via Roberto Bracco, 17 – Casavatore

Tel. 0817863268

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *